DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

Il blog dell'undici giugno

Il fallimento di Appleinsider, Thinksecret e compagnia cantante

Cari amici, oggi Steve Jobs presenterà tutte le caratteristiche di OS X 10.5 Leopard. Ho fatto un giro sui principali quattro siti di rumors (voci di corridoio) che conosco, e nessuno ha nessuna predizione. Un bel risultato per gente che di mestiere dovrebbe cercare gole profonde a Cupertino e spifferare in anticipo quel che sta bollendo in pentola. Lo tengano ben presente quelli che leggono questi siti di frequente e magari si fidano e prendono decisioni d'acquisto basate sui loro "si dice".

L'unica predizione apparsa in proposito, ma è roba di qualche settimana fa: Apple abbandonerebbe il formato HFS Plus dei dischi rigidi in favore di ZFS. E' da mesi che ZFS viene fornito come opzione agli sviluppatori Apple, quindi non si tratta di sfera di cristallo ma di una informazione vecchia. Che poi ZFS possa rimpiazzare HFS a me personalmente pare estremamente improbabile, e sospetto che lo affianchi soltanto. Questo per due motivi: primo, ci vorrebbe un miracolo di tecnologia per inventarsi un sistema che trasforma i nostri dischi rigidi dal formato interno HFS al formato ZFS, quindi al massimo si tratterebbe di una novità riservata a chi acquista un nuovo Mac e ai pochissimi disposti a riformattare e reinstallare tutto sulla loro macchina.
Secondo, ZFS è progettato e documentato come un formato per dischi dati e non per dischi d'avvio. Anche qui, posso sognarmi che gli ingegneri di Apple compiano miracoli, ma per come le cose stanno alle otto di mattina dell'undici giugno, l'unica soluzione possibile sarebbe di partizionare il disco rigido dei portatili e degli iMac in due parti mutuamente esclusive, installare OS X sulla prima partizione HFS per farlo avviare, e mettere poi dati e forse applicazioni sulla seconda partizione. Una soluzione abborracciata, difficile da capire per i principianti ("pronto, assistenza Apple? Ho installato Leopard. Ma perché vedo due dischi rigidi sulla mia scrivania?")