DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

DVD-RAM

Un lettore DVD-RAM sembra un normale lettore esterno di CD.
Quando premiamo il pulsante di esplusione sul frontalino, il DVD-RAM non espelle il classico vassoietto che siamo abituati a vedere nei lettori di CD-ROM. Dalla carrozzeria esce invece un caricatore a C che ricorda una mano tesa per afferrare un oggetto, di profilo. Nell’incavo del caricatore possiamo infilare un comune disco CD (in tutte le sue varianti: CD audio, CD-ROM, CD-R, CD-RW, PhotoCD): in questo caso il DVD-RAM si comporta come un lettore di CD a velocità 20x. Possiamo anche inserire un disco DVD, e in questo caso il DVD-RAM si comporta come un lettore DVD-ROM a velocità 2x. Infine, il caricatore accetta anche cartucce magneto-ottiche di tre diversi tipi: DVD-RAM tipo I, DVD-RAM tipo II ed MO-PD. In quest’ultimo caso sulla nostra scrivania apparirà l’icona di una cartuccia, simile a un disco Zip o Jaz e che potremo usare come un comune disco rigido rimovibile.
Le cartucce DVD-RAM sono davvero immense e, per giunta, molto economiche. Una cartuccia del tipo più comune (“da 5,2 GB”) memorizza in pratica 4.758 MB divisi in due parti. Le cartucce, infatti, hanno due lati e vanno girate per accedere alla seconda metà, un po’ come succedeva con i vecchi dischi long playing a 33 giri. Esistono anche cartucce a singola faccia che possono venire tolte dalla loro custodia protettiva: questo tipo può venire infilato e letto anche nei lettori DVD-ROM di quarta generazione. Apple ha già iniziato a fornire i suoi Power Macintosh G3 con un lettore DVD al posto del tradizionale lettore CD e possiamo star certi che nel giro di un paio d’anni questa periferica sarà standard su tutti i computer al mondo. La possibilità di inviare documenti in questo formato, dunque, è davvero molto interessante.
Il lettore DVD-RAM, infine, è anche in grado di leggere e scrivere sulle vecchie cartucce magneto-ottiche PD da 650 MB.


Peccati di gioventù

Nelle nostre prove, il DVD-RAM si è confermato piuttosto lento. Fin troppo: le specifiche dell’apparecchio vorrebbero che una cartuccia DVD-RAM venga scritta a una velocità 10x e letta a una velocità 20x. In pratica, però, il software in dotazione fa sì che il DVD-RAM renda la metà di quanto dovrebbe. Così, copiare un file da 650 MB richiede quasi mezz’ora, davvero troppo. Il software DVD è anche instabile: durante le prove abbiamo avuto un crash di sistema imputabile ad esso. Prima di andare in stampa apprendiamo che è stata completata una versione 2.0 e confidiamo che possa rimediare.


L'ultima parola

Per chi ha visto una decina di cartucce Jaz tirare le cuoia portando con sè molti dati spesso insostituibili, come è il caso di chi scrive, il DVD-RAM rappresenta una tentazione quasi irresistibile.


Questo articolo fa parte di uno dei miei percorsi. Se vuoi saperne di più su questo argomento, visita il resto del percorso cliccando qui.