DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

Io se fossi dio

Ho in mente un paio di modifiche per quando diventerò il capo del mondo. Non appena ci saranno le prossime elezioni per quel ruolo, naturalmente.

Vi capita mai di riflettere su come una qualche cosa viene portata avanti, nella vita di tutti i giorni, e di concludere che non ha senso? Che ci sarebbero modi molto più efficienti di lavorare? Io ne farei una piattaforma elettorale.
Per esempio, in Amazon.com -- il grande venditore di libri & altro via Internet -- tutti i dirigenti devono passare almeno una giornata tutti gli anni a prendere gli ordini e preparare i pacchi. Non pretendo tanto anche in Italia, ma stabilirei per legge l’obbligo per i dirigenti delle grandi società di cercare di ottenere informazioni significative (non commerciali e men che banali) dal loro supporto clienti telefonico. Per una giornata l’anno -- il tempo necessario a ottenere la risposta infatti non è certo inferiore. P.S.: due giorni per Adobe e Quark.


Per, e contro, i pirati

Volete copiare il software? Mettiamo una legge che, quando esce una nuova versione di un programma, rende automaticamente disponibile a basso costo (una specie di shareware) la versione immediatemente precedente e gratuita (una specie di freeware) quella ancora anteriore. Mal che vada, riusciremo finalmente a impedire che le software house se ne escano con versioni minimamente modificate dei loro programmi proclamandole ‘totale riscrittura” e contemporaneamente “la cosa più geniale dai tempi dell’invenzione del sesso”. Ben che vada, cominceranno davvero a lavorare sui programmi per farli diventare più veloci e utilizzabili, anziché introdurre la gestione delle stampe in dodici volumi nei programmi di trattamento testi (usati nella vita reale per scrivere lettere di una pagina).
Volete correre sulle strade? Mettiamo il limite di velocità in autostrada a 150. Poi mettiamo una serie di rilevatori ogni chilometro e chi supera quel limite anche di un metro al secondo si trova fotografato e si vede arrivare automaticamente a casa una multa (non contestabile) pari al 5% del valore attuale dell’auto, stima di Quattroruote. Corollario: prendiamo il politico imbecille (chiunque sia) che ha abbassato i limiti sulla tangenziale di Milano da 100 a 90 e gli facciamo pagare il costo dei cartelli. Tanto in tangenziale si va a 130 nelle ore buone e a 10 nelle altre.


Il piede in due scarpe

Tornando al software: me ne uscirei con una legge che rende automaticamente obbligatorio, per chiunque voglia vendere un programma pacchettizzato, la vendita in almeno due versioni differenti per due piattaforme distinte. Voi forse starete pensando che lo farei per vedere più programi per Macintosh. Mica vero: mi andrebbe benissimo vedere software in più soltanto per Playstation, per Linux, per Palm, magari anche per il Game Boy. Il fatto è che se un programmatore viene costretto a produrre un codice che può girare su macchine molto diverse tra loro allora dovrà necessariamente dare molte meno cose per scontate e finirà per produrre un codice più robusto e migliore.
A proposito di chi dà troppe cose per scontate, sostituirei il servizio militare di leva con l’obbligo per tutte le persone al mondo di passare almeno un anno all’estero, in una nazione dove si parla una lingua diversa dalla propria lingua madre. Vedete, io sono rimasto uno dei pochi che crede che la politica sia una cosa importante, non necessariamente sporca. Basterebbe imporre che nessuno faccia il politico di mestiere per più di dieci anni, e che tutti i politici quando fanno una proposta siano obbligati a spiegare chi starebbe meglio e chi peggio se venisse attuata. Votatemi, faremo strada.


La carica più alta rivestita sin qui da Luca Accomazzi è consigliere condominiale — ma lui non dispera.