DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

CES 2004

Si è chiuso domenica 11 gennaio 2004 l’annuale Consumer Electronics Show, la più importante mostra nel settore della elettronica di consumo [1]. Il CES, come lo chiamano per brevità gli addetti ai lavori, si teneva come di consueto a Las Vegas e vantava la presenza di oltre duemila espositori. La prima edizione si svolse nel 1967 e presentò al pubblico, per la prima volta, le radioline a transistor e le audio cassette. L’edizione di quest’anno ha presentato nuove apparecchiature elettroniche -- come sempre in equilibrio instabile tra il genial-rivoluzionario e il demenzial-superfluo -- al pubblico di quasi centoventimila visitatori che affollava gli stand.
Bill Gates ha aperto la manifestazione presentando Windows Media Center Extender [2], un nuovo membro della famiglia di sistemi operativi Windows che, nelle intenzioni della Microsoft, dovrebbe entrare in tutte le nostre case e controllare gli apparecchi elettronici che ci circondano. Microsoft non è sola a credere che sia arrivato il momento della “convergenza”, come la chiamano gli addetti ai lavori, e cioè degli apparecchi multifunzione che combinano più caratteristiche anche disparate. Tutti noi abbiamo visto pubblicizzare i telefoni cellulari che contengono una piccola macchina fotografica digitale, e sul mercato si trovano facilmente anche calcolatori palmari combinati con macchina fotografica e palmari con cellulare. Al CES è stato dato per disponibile anche il Garmin iQue 3600 [3], un palmare più GPS che vi dice dove siete e ve lo mostra su una cartina a schermo; quando selezionate la scheda personale di un vostro conoscente, lo iQue ne legge l’indirizzo e calcola l’itinerario più breve per raggiungerlo.
Intel ha presentato un dispositivo chiamato “Entertainment PC”: si collega al televisore di casa e lavora come lettore CD e DVD, ricevitore per la televisione digitale satellitare e videoregistratore digitale. Secondo Paul Otellini, direttore operativo del gigante dei microprocessori, l’apparecchio è destinato a sostituire tutto ciò che oggi vediamo connesso alla TV di casa, e farà anche da guida elettronica ai programmi. Purtroppo, anche se il dispositivo non usa Windows, il prezzo è proprio da PC: 800 dollari.
Anche Sony sembra credere nella convergenza. L’ultima incarnazione della sua Playstation, per ora disponibile solo in Giappone, combina in sé l’apparecchio per videogiocare, il lettore DVD e il videoregistratore digitale.

Altro filone evidente al CES 2004 è quello della elettronica di bordo per automobili. Il lettore DVD di bordo riservato ai passeggeri, con schermo impiantato al centro del sedile frontale, è ormai “roba vecchia”. Gli impianti 2004 prevedono che ogni passeggero possa scegliere il suo intrattenimento favorito. Il lettore DVD dell’automobile non si limita a proiettare il film su DVD, ma ne fa una copia temporanea su un disco interno, che è spazioso a sufficienza per ospitare più titoli. In questo modo, ciascun passeggero può scegliere un titolo in assoluta indipendenza (dovrà utilizzare le cuffie, per non disturbare gli altri e il conducente, ma le cuffie sono del tipo senza fili per la massima comodità dello spettatore). Il sistema può anche venire utilizzato per videogiocare o per ascoltare semplicemente musica, caricata nel computer di bordo copiando un comune CD audio attraverso il medesimo lettore.
Un’altra casa, Delphi, [4] ha inventato la antenna parabolica per auto: consente ai passeggeri di guardare la televisione digitale satellitare mentre si viaggia (a patto che nulla ostruisca la traiettoria tra l’auto e il satellite: non può funzionare in galleria e neppure su una strada ombreggiata da rami spioventi o dentro un vicolo stretto). Un servomeccanismo mantiene il puntamento dell’antenna nonostante gli spostamenti e le curve della vettura. Delphi garantisce che l’installazione dell’antenna non modifica il profilo dell’auto e non causa interferenze elettromagnetiche di alcun tipo, né il suo uso aggiunge rumore all’interno dell’abitacolo.

Terzo grande filone del CES sono le televisioni a grande schermo. Pare che siano destinate a scendere di prezzo, anche di dieci volte entro i prossimi due o tre anni. Merito di una nuova tecnologia, la Liquid Crystal on Silicon (LCOS). Un apparecchio LCOS con schermo da cinquanta pollici, secondo uno dei dirigenti alla ribalta durante le oltre cento conferenze di presentazione, scenderà a milleottocento dollari entro la fine del 2005. E se cinquanta pollici non vi bastano, Samsung ha presentato al CES una TV al plasma da ottanta pollici (ovvero più di due metri): la più grande del mondo.

Curiosità e apparecchi di dubbio valore? Al CES è apparsa anche la macchina per fare il caffè ultraprogrammabile [5]. Potete chiederle di accogliervi in cucina al risveglio del lunedì, ore 6:30, con un espresso, ma di aspettare le nove la domenica e mettere in macchina un lungo; e visto che contiene scomparti per più di una miscela potete variare anche quella. Sempre in cucina, che il forno sia programmabile non è certo una novità, ma quello visto al CES lavora come frigorifero sino all’ora di accendersi e cominciare la cottura: inoltre, accetta posta elettronica in modo che voi possiate ordinare l’accensione (o ritardarla, se l’avevate già programmata) dall’ufficio. Mai più lasagne fredde al ritorno da una lunga giornata al lavoro! Diabolici. Chissà cosa si inventeranno più per il 2005.


Questo articolo fa parte di uno dei miei percorsi. Se vuoi saperne di più su questo argomento, visita il resto del percorso cliccando qui.