DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

iTunes in Svizzera

Commercianti in carne ed ossa dentro un negozio di mattoni, riflettete mestamente sul vostro futuro. Arriva anche in Svizzera il più grande emporio di musica al mondo, un esercizio che non ha mattoni né carne né ossa ma che i consumatori scopriranno ben presto essere il più economico: lo iTunes Music Store di Apple, con filiali aperte in tutte le case.
È un modo nuovo di comprare la musica, ma anche di ascoltarla e "consumarla", che spopola soprattutto tra i giovani. Funziona così: su un qualsiasi calcolatore domestico, Macintosh oppure Windows, si installa un programma gratuito chiamato appunto iTunes
. È una piccola delizia software, disponibile in lingua italiana, ben progettato e impeccabilmente realizzato: inserendo nel PC un qualsiasi disco che possediamo già questo verrà letto, compresso ai minimi termini, catalogato e copiato brano per brano nella capiente memoria del calcolatore. Da questo momento, i CD audio possono venire traslocati in soffitta, perché per ascoltare una qualsiasi canzone ci basta indicarne il titolo o l'autore o l'esecutore o l'anno di incisione o la data in cui l'abbiamo ascoltata per l'ultima volta... (Qualsiasi PC può venire collegato agli altoparlanti dello stereo di casa). iTunes su richiesta genera intriganti e coloratissime immagini mentre la musica è in esecuzione, elaborando matematicamente le informazioni audio in modo da mantenere in sincronia grafica e suono; riceve attraverso la Rete i programmi di oltre mille radio in diretta; proietta a schermo i video musicali e i trailer cinematografici che riceve via Internet; lavora come DJ automatico alle feste. SIn qui, tutto gratis.
Il negozio
iTunes Store è una delle opzioni accessibili dal programma iTunes. Permette al potenziale acquirente di selezionare una canzone attraverso uno qualsiasi dei parametri visti sopra, oppure consultando le top ten discografiche, ma comunque all'interno di un catalogo che offre oltre un milione di scelte. A questo punto viene offerta una anteprima delle durata di trenta secondi e, se la canzone piace, è possibile acquistarla e scaricarla — non soltanto insieme a tutto l'album, come avverrebbe in un negozio tradizionale, ma anche da sola: e tutto senza togliersi le ciabatte. Volendo, il PC può registrare la canzone appena acquistata su un CD audio vergine, e chiudere il cerchio: ma la maggior parte dei consumatori non se ne interessa, facendo presagire per gli scintillanti dischetti d'alluminio e plastica lo stesso destino del vinile.
Le canzoni possono anche venire trasferite dal PC su un qualsiasi riproduttore digitale portatile e ascoltate durante un viaggio — gli autori di iTunes confidano però che la maggior parte dei consumatori scelga di utilizzare il loro apparecchio, il popolarissimo iPod. In effetti, i prezzi della musica sul negozio elettronico sono così bassi perché Apple lavora sostanzialmente in pareggio: gli utili le arrivano dalle vendite degli iPod. Questo rende difficilissimo per gli imitatori e concorrenti dello iTunes Music Store, tra cui spicca la stessa Microsoft, fare di meglio o di più.
I numeri dello Apple iTunes Music Store sono stellari. Quattrocento milioni di canzoni sono già state vendute e scaricate dai suoi server, tipicamente a un prezzo di novantanove centesimi di dollaro ciascuna. Le vendite crescono esponenzialmente: negli ultimi tre mesi misurano un incremento del 260%, con utili cresciuti del 530% rispetto allo scorso anno. Da solo, lo iTunes Music Store distribuisce il 70% di tutte le canzoni vendute via Internet, dunque più del doppio rispetto a tutti i suoi concorrenti messi insieme. Eppure questi risultati sono stati ottenuti vendendo soltanto in alcune nazioni, dunque sono destinati a crescere ora che il negozio è accessibile anche ai consumatori del resto d'Europa, Svizzera inclusa.
Il catalogo a disposizione degli acquirenti conta oltre un milione di brani musicali (non tutte le canzoni sono a disposizione in tutti i mercati, anche perché un singolo pezzo può risultare distribuito dalla casa discografica X in una nazione e dalla Y in un'altra). È possibile acquistare un brano individuale per 1,50 CHF oppure un intero album a 15. Grazie alla sponsorizzazione dell'UBS, inoltre, ogni cittadino elvetico sopra i 13 anni d'età può scaricare gratuitamente una canzone. Saranno contenti i ragazzi... specialmente quelli che hanno ancora tutti e quattro i nonni in vita.


Questo articolo fa parte di uno dei miei percorsi. Se vuoi saperne di più su questo argomento, visita il resto del percorso cliccando qui.