DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

CES 2006

Con un bilancio di 2500 espositori e 150.000 visitatori si è chiusa l'otto gennaio l'edizione 2006 del Consumer Electronics Show [1] a Las Vegas. La BBC, quintessenziale emittente britannica, normalmente compassata, si è spinta a definirla "il nirvana dell'elettronica": si tratta più prosaicamente di una grande fiera dove i maggiori nomi nel campo dell'informatica di consumo (da Bill Gates in giù) presentano i loro più recenti prodotti. Grande? Grandissima, almeno dimensionalmente: un solo centro esposizioni non basta a contenerla, da quest'anno per il CES — come lo chiamano confidenzialmente gli addetti ai lavori — ce ne vogliono due. Negli stand si vede di tutto, ma quest'anno il tema più caldo sembrava decisamente il video digitale. L'Internet è oggi abbastanza matura da consentire in tempi ragionevoli il trasporto di spettacoli audiovideo con qualità adeguata, e l'arrivo dei clip musicali e dei telefilm sul popolarissimo iPod di Apple pochi mesi fa ha trasportato l'interesse di tutta l'industria sulle possibilità aperte dalla tecnologia nel campo. Intel ha usato la grancassa offerta dal CES per lanciare la sua nuova immagine: non più azienda che produce microprocessori per PC ma fornitrice di soluzioni complete per la casa. In particolare, Intel ha lanciato una piattaforma tecnologica chiamata Viiv (pronunciato "vaiv") e pensata per la TV ad alta risoluzione [2]. Una videocamera di qualità amatoriale si vede ormai su molti cellulari, ma anche fissata sopra il monitor di alcuni calcolatori — Acer [3] al CES ha presentato persino in portatile che ne è dotato, l'interessante TravelMate 8200 "dual core", cioè con due processori "siamesi" a bordo, e carrozzeria in fibra di carbonio. Al CES sono apparsi anche i successori dei dischi DVD, di cui parliamo nell'altro articolo di questa pagina. Per chi ama le immagini fisse e non solo quelle in movimento, poi, il CES offriva abbastanza novità da far scoppiare la testa, con trentun nuovi modelli di macchine fotografiche presentate da parte di BenQ, Fuji, HP, Kodak, Minox, Mustek, Nikon, Panasonic, Pentax, Samsung, Sanyo e Sony. Tra le tante ha fatto particolare scalpore la Nikon [4] D200, di cui poer la verità c'era già stata una anticipazione in dicembre, un modello che pare convincerà anche i professionisti più ferocemente legati alla pellicola a fare il salto, a partire dalla sua strabiliante risoluzione di oltre dieci megapixel. Per farvi una idea, immaginatevi una fotografia grande quanto il paginone centrale di questo giornale, stampata alla qualità che di solito associamo alle copertine delle riviste patinate e aggiungete la possibilità di scattare cinque foto al secondo durante un evento sportivo.
Come d'abitudine, il CES è stato aperto da una prolusione di Bill Gates, ora visibile anche attraverso Internet [5]. Il fondatore di Microsoft ha presentato soprattutto la prossima revisione di Windows, chiamata "Vista", che però non sarà nei negozi altro che nella seconda metà di quest'anno. Anche qui la fa da padrone il video digitale: ma Gates, forse scottato dal fatto che l'anno scorso la presentazione di Windows Media Center si era bloccata due volte per difetti del prodotto, quest'anno si è limitato a mostrare Windows Vista in fotografia. È seguita la presentazione di Larry Page, fondatore di Google: ha annunciato che il gigante della ricerca offrirà video digitale [6] in vendita (per PC, Mac, iPod Video e la PSP Sony): telefilm vecchi e nuovi a un dollaro e novantanove, partite di basket NBA per un prezzo doppio, con anteprime di trenta secondi liberamente visibili prima di acquistare. Una mossa che certamente irriterà Microsoft, impegnata a spingere il suo formato di video digitale compatibile solo con apparati e sistemi operativi Microsoft; e si aggiunge che Page ha anche presentato un servizio di assistenza e manutenzione per Windows XP, il che potrebbe prolungare la vita del vecchio sistema operativo, non c'è da stupirsi se alcuni commentatori hanno scritto che ormai tra Google e Microsoft è guerra aperta e senza tregua.

Link
1] www.cesweb.org/international
2] www.intel.com/viiv
3] www.acer.com
4] www.nikon.com
5] www.microsoft.com/events/executives/billgates.mspx
6] video.google.com


Questo articolo fa parte di uno dei miei percorsi. Se vuoi saperne di più su questo argomento, visita il resto del percorso cliccando qui.