DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

Firefox si fa in due

 

Viene ufficialmente rilasciato in questi giorni Firefox 2.0, apprezzatissimo programma per navigare sul web dell'Internet, il secondo per diffusione al mondo. Anche questa versione, come le precedenti, è completamente gratuita, disponibile in moltissime lingue tra cui l'italiano e per praticamente tutti i sistemi operativi: Linux, Mac OS X e Windows.
Le novità sono numerose. Si comincia con un sistema incorporato per la protezione dalle truffe via Internet (ne avrà una anche la prossima versione di Explorer, la 7.0 che sarà parte di Windows Vista). Da sempre in Firefox più pagine possono venire mantenute aperte nella medesima finestra, ma con la versione 2 è ora possibile risistemarle (come in una mano di carte), chiuderne solo alcune e riaprire quelle chiuse per distrazione.
Un altro miglioramento degno di nota riguarda le ricerche. In Firefox da sempre non è necessario visitare la pagina iniziale di Google per impostare una ricerca. La versione 2 ora offre suggerimenti in linea per le ricerche. Gli sviluppatori possono realizzare con semplicità soluzioni per eseguire le ricerche usando sistemi diversi da Google — e Firefox 2 incorpora già una serie di soluzioni alternative di questo genere, tra cui Yahoo.
Degno di nota anche un cambiamento che appare quando stiamo compilando un modulo sul web: Firefox 2 imita Microsoft Word e controlla l'ortografia del testo mentre lo scriviamo, segnalando con una sottolineatura rossa le parole che non trova nel suo vocabolario incorporato.
Altri (e numerosi) cambiamenti interni al programma riguardano soltanto gli appassionati e gli addetti ai lavori, a cominciare dalla nuova versione 1.7 del linguaggio JavaScript, il nuovo sistema semplificato per installare e aggiornare espansioni del programma o per cambiare il suo aspetto. Vale invece la pena di sottolineare che è già cominciata la lavorazione di Firefox 3.0, il cui rilascio dovrebbe seguire di soli sei-nove mesi. Permetterà di salvare lo stato del programma (per esempio, se usciamo da Firefox quando ci sono sei pagine aperte, al riavvio le stesse sei pagine verranno riaperte e aggiornate), creare preferenze personalizzate per ogni sito che visitiamo (per esempio, caratteri più grandi per una pagina dove il testo è quasi illeggibile) e una totale rivisitazione dei Favoriti.


Questo articolo fa parte di uno dei miei percorsi. Se vuoi saperne di più su questo argomento, visita il resto del percorso cliccando qui.