DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

Made in China

 

Un paio di anni fa decisi di non far ristampare le cartelline che, come tutti, usavo per presentare le mie proposte commerciali e le brochure con le mie soluzioni. Mi dà fastidio spendere soldi per realizzare un oggetto che è destinato a finire nel cestino nel giro di pochi minuti. Ho fatto stampare il mio logo aziendale e lo slogan "Accomazzi.net, commercio elettronico" su una gran quantità di borse di cotone, di quelle utilizzabili per andare a far la spesa. Mi sembrava simpatico spingere una delle mie attività professionali di punta, il commercio elettronico appunto, evocando il banco del fruttivendolo al mercato. Unica concessione al mio lavoro: le borse hanno una tasca interna, esattamente delle dimensioni di un disco CD.


Il navigatore

Ai miei clienti esistenti e potenziali la piccola trovata sembra sia piaciuta, e così in un pomeriggio di sabato in cui, stranamente, non avevo lavori da chiudere urgentemente, mi sono messo in testa di fare qualche ricerca alla ricerca di altri gadget intelligenti. Ho sfogliato da copertina a copertina un catalogo di 400 pagine di gadget aziendali (avete presente? Cappellini, magliette, penne, caramelline e altra oggettistica che viene decorata con il nome dell'azienda) e l'ho gettato disgustato in un angolo. Impresa difficile, la mia, perché detesto gli oggetti inutili che arrivano in casa e finiscono dimenticati in fondo a un cassetto, al punto che raramente faccio regali persino a parenti ed amici, tranne nei casi in cui son certo di azzeccare un dono utile. Ho aperto Safari e ho cominciato a Googolare in lungo e in largo. Tempo cinque minuti e mi sono reso conto che il web è pieno di gente che compra gadget in Cina e li rivende qui: e siccome navigare su un sito cinese non è più difficile che farlo sul sito del vicino di casa mi sono tuffato curioso nello spazio "punto cn". Mi sono iscritto come importatore in un grosso sito - tanto è gratis - e mi si è aperto un mondo. Centinaia di aziende cinesi offrono ogni bene immaginabile. Spesso traducendo dal cinese all'inglese con l'aiuto di un programma che combina divertenti pasticci. Un esempio? Best quality, best service and lowest price is our xxxxx. Please feel free to contact us sincerely!


Il sindacalista

Leggere sui giornali delle condizioni ottocentesche degli operai cinesi non fa più impressione. Succede, però, se finiamo sul sito di una azienda che si vanta di come li tratta e per dimostrazione mette in home page una foto come questa: www.huatuowei.com/canpic/1.jpg. Non si possono certo lamentare, possono persino stare seduti su uno sgabellino di plastica mentre montano gli scaldatazza USB (compatibili Macintosh, tranquillizza la pagina web). Il catalogo di quattrocento pagine si dimostra essere la punta dell'iceberg. Gli inventori cinesi offrono meraviglie della tecnologia che mai mi sarei sognato. L'alimentatore-caricabatteria per iPod da automobile lo conoscevo, ne ho anche uno da qualche parte, ma che dire dell'alimentatore per Nintendo Wii? Esiste, e lo trovate per esempio su tinyurl.com/58w4zt, nonostante il fato che la Wii vada collegata a un televisore per giocarci, e il suo telecomando senza fili richieda almeno un metro di distanza del teleschermo. Ho trovato anche la corda per saltare con contatore elettronico delle calorie consumate (tinyurl.com/4cmk6x).


L'applista

Infinito è il catalogo degli accessori per iPod. Non riesco ad esimermi dal segnalarvi una lisca di pesce di plastica color verde fosforescente per avvolgere il cavo degli auricolari, (tinyurl.com/486tju) e il telecomando per iPod.
Ma il vero salto sulla sedia l'ho fatto trovando -- neppure nascosto o tenuto segreto -- più di un sito che offre pezzi di ricambio per l'iPod. Badate bene, non si tratta di una batteria o di una memoria di ricambio. Sto proprio parlando degli stessi pezzi che compongono un iPod vero, con tanto di logo Apple: tinyurl.com/5zzpak. C'è tutto, se ci mettete un cacciavite potreste assemblarveli in casa (a cinquecento la volta, di meno non si vendono). Roba da pazzi.

--

Luca Accomazzi alla fine ha scelto un portachiavi con luminosissimo LED per centrare la serratura. Slogan: "facciamo luce sulle tecnologie web".