DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

Regalo di Natale? Un classico

 

Secondo i dati della NPD, azienda specializzata nelle ricerche nel campo dei giocattoli, quest'anno stiamo assistendo a un ritorno verso il giocattolo classico e -- segno di una crisi economica che non accenna a voler sparire -- più economico che nel recente passato. Le proposte sugli scaffali sono quasi tutte sotto ai cento franchi di prezzo. Noi ne citeremo anche qualcuna più costosa, perché si possa perlomeno sognare un po'. Anche i marchi e i personaggi raffigurati sono nomi già noti da anni, spesso da decenni: questo perlomeno aiuta i nonni, che negli anni scorsi faticavano a distinguere sugli scaffali i Gormiti dalle Winx, e dunque a scegliere il giocattolo giusto.

Per i più piccini gli scaffali quest'anno si riempiono nuovamente di peluche; se volete puntare su un regalo meno banale allora la scelta si orienta tra i giochi educativi tocca-e-impara (un marchio su tutti è Fisher Price, ma già a tre e quattro anni ci si può orientare sulla linea Duplo, i mattoni di plastica più grandi tra quelli prodotti da Lego).

Per le bimbe, difficile sbagliare se incartiamo una bambola. La più venduta è l'inossidabile Barbie Mattel (per inciso, la più importante azienda sul mercato europeo) , proposta per il 2009/10 in edizione fatata sotto la dicitura "tre moschettieri". È anche tornato di moda un vecchio classico, il Cicciobello. La recente incarnazione, Cicciobello Bua ha le guance che si arrossano quando piange e una programmazione che fa ruotare reazioni e comportamenti. La piccola infermiera potrà nutrirlo, medicarlo e misurargli la temperatura; sui cento franchi. Chi cerca una proposta più originale ed educativa può impacchettare il Laboratorio dei Profumi, che sfida la piccola giocatrice (ma non troppo piccola: servono almeno otto anni) a combinare tra di loro le essenze per provare nuove sensazioni, profumare la carta da lettera, osservare come crescono i cristalli; ed è anche una prima introduzione alla chimica. Sui venti franchi, anche su Internet da amazon.co.uk.

Per i maschietti, il marchio top alla fine del 2009 sono i Gormiti e il modello più popolare è il guardiano, che vi costerà attorno ai quaranta franchi. Ci sono novità anche tra le figure animali della serie Transformers, i robottoni popolarizzati da una serie di film circolati in tutte le sale negli ultimi anni. Se cercate una alternativa intelligente, vi consigliamo il gioco da tavolo Jenga Semplice da capire ma intrigante, il Jenga è sostanzialmente una torre di mattonino di legno dalla quale ciascuno dei giocatori deve sottrarre un pezzo sinché non crolla -- e a quel punto l'ultimo che ha rimosso un pezzo è il perdente. Distribuito da Hasbro, sui quindici franchi. A parte questa novità sugli scaffali si trovano soprattutto riproposizioni di vecchi classici, come il Monopoli (ma vi consigliamo di evitare la noiosa variante City) e il gioco di carte Uno che in questa stagione è stato incrociato con un… bovino e declinato come Uno Moo!
Per amanti del vecchio e classico Guerre Stellari ma anche per chi apprezza il più popolare gioco di costruzione del mondo, ecco l'astronave del capitano Han Solo fatta con i mattoncini: Lego Millennium Falcon. Disponibile in due versioni: quella deluxe contiene oltre cinquemila pezzi, probabilmente il kit più grande mai prodotto dall'azienda danese, Alla fine ne uscirà un modello lungo oltre ottanta centimetri e largo più di mezzo metro, ma il vostro conto in banca si prosciugherà di oltre mille franchi… Se non basta c'è anche l'incrociatore stellare di Lord Darth Fener, che misura quasi un metro di lunghezza una volta montato. Se, com'è più probabile, non ve la potete permettere, si può ripiegare sulla versione standard, da 356 pezzi.

Se il destinatario del dono ha già compiuto i dieci anni, prendete in considerazione l'elettronica. I dati NPD dimostrano che i videogiochi e similari sono il regalo pi desiderato in questa fascia d'età, anche per le signorinelle (dai dodici anni in su il rapporto tra i giochi elettronici e quelli tradizionali è addirittura di tre a uno per le ragazzine e di otto a uno per i loro coetanei maschi). Il videogioco più atteso di Natale 2009 è New Super Mario Bros disponibile in versione per Nintendo Gameboy e Wii. Costa sui 75 euro e invita al gioco di squadra, il che è sempre un sollievo per i genitori che temono di vedere la prole alienarsi per ora davanti al televisore.

Se nella casa del dodicenne si trova anche qualche quarantenne (anagraficamente, è probabile) tenete presente che l'anno scorso la grande novità nel capo dei videogame è stato un genere (inaugurato dal titolo Wii Fit) che prevede di muoversi davanti allo schermo, facendo un po' di ginnastica mentre si gioca. Quest'anno assistiamo a una nuova generazione di giochi elettronici per il fitness, capitanati dal nuovo Wii Fit Plus, gradevole per tutta la famiglia, ampliato rispetto alla versione dello scorso anno e capace di tener conto delle calorie spese durante l'attività ludica. Il titolo più completo dal punto di vista dello spettro di attività motorie coinvolte, però, è anche quello meno giocoso: si chiama Active ed è prodotto dalla Electronic Arts. Nella confezione oltre al disco troviamo un lungo elastico per lo stretching e una fascia elastica da applicare alla coscia che, misurando con un sensore quanto ci pieghiamo e ruotiamo, potrà opportunamente calcolare quanto ci stiamo muovendo e incoraggiarci. Francamente, a volte sembra di essere tornati a scuola con quel burbero insegnante di educazione fisica che speravamo di aver dimenticato…

Per le Feste, la tradizione vuole anche che la famiglia passi una serata al cinema. Se ancora non l'avete visto. noi vi consigliamo di cuore Up, la più recente realizzazione di casa Pixar. Amabile per i più piccoli e godibile anche per gli adulti. Ma se l'avete già visto, per la vigilia di Natale la Disney porta nelle sale un cartone classico chiamato La principessa e il ranocchio che negli USA è piaciuto quasi a tutti.


Regali hi-tech

Il regalo per chi ha già tutto, o quasi, ma anche il regalo originale, non possono che essere oggetti ad alta tecnologia, apparsi nei negozi da poche settimane, massimo tre mesi. Vediamo allora cosa offre il mercato.
Fuji ha aggiunto al listino una macchina fotografica digitale, il modello Real 3D W1, che grazie ai due obiettivi distinti scatta fotografie tridimensionali. Per guardarle non servono occhialini speciali, ma solo una speciale cornice fotografica digitale (in pratica, un mini-monitor da tavolino) fornito nella confezione. Un gioiellino, ma preparatevi a sborsare qualcosa come 1'300 franchi.
Per i fotografi alla ricerca di scatti curiosi e impressionanti ci sono anche la Casio Exilim EX-FC100, che riesce a scattare sino a mille fotogrammi in un secondo; la Canon Powershot D10 è la migliore per riprese sott'acqua; la Nikon D90 è la migliore per riprese in basse condizioni di luce e può anche girare video in alta definizione 720p. Per tutte e tre stiamo parlando di prezzi tra i 350 e i 500 franchi.
Che ne pensate di un calcolatore portatile di ultima generazione? Sony ha un Vaio, il modello Vgn-Nw150J/T, con lettore Blu-Ray incorporato per guardare film in altissima risoluzione sia a schermo che connesso al TV di casa: costa un po' più di mille franchi. Dell ha un modello, il Latitude Z, che si collega senza fili a tutte le sue periferiche: non solo rete, mouse e tastiera ma anche monitor e persino alimentatore di corrente! Lo schermo da sedici pollici è sensibile al tocco e la carrozzeria è spessa meno di un centimetro e mezzo. Il processore non è granché, però, e il prezzo davvero elevato: oltre 2'500 franchi.
Per viaggiatori, una idea nuova e originale è il Kindle 2 di Amazon.com, ora acquistabile anche dalla Svizzera sul sito statunitense per 259 dollari più le spese di spedizione. Anziché mettere in valigia due o tre pesanti libri si intasca il dispositivo che pesa meno di trecento grammi, poi i testi si acquistano e caricano via Internet, prima di partire o in viaggio. La leggibilità dello schermo è in tutto e per tutto paragonabile a quella della carta stampata e le batterie durano giorni e giorni. Attenzione, però: gli oltre trecentomila testi a disposizione sono quali tutti in inglese.