DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

W la Samp

 

Se avete messo tutto il gruzzolo in azioni Apple, avete un palese interesse nella casa di Cupertino e vi verrà naturale fare la ola se le vendite di iPhone aumentano, per fare un numero non a caso, del 626% rispetto all'anno scorso.
Se di mestiere fate il dipendente Apple, un po' siete tenuti a difendere il datore di lavoro. Quando qualcuno vi dice "Time Capsule è lenta al punto dell'inutilizzabilità quando si entra in Time Machine" voi nicchierete e proverete a glissare.
Noi utenti Mac veniamo spesso accusati di fare il tifo per Jobs & Company incondizionatamente e anche quando non ricadiamo in uno dei due casi precedenti. Entro certi limiti, è vero ed è pure giusto, perché abbiamo un evidente per quanto limitato interesse nel successo di Apple: abbiamo messo sul tappeto almeno due o tremila euro di apparecchi e software e ci fa piacere che appaiano nuove periferiche e nuovo software per potenziare tutto ciò. Ben diverso e davvero criticabile è l'atteggiamento poco sensato dei tifosi di calcio i quali, come dice Jannacci, sono "quelli che quando perde l'Inter o il Milan dicono che in fondo è una partita di calcio e poi vanno a casa e picchiano i figli, oh yes".


Questione di API e di miele

Ho definito Time Machine, non molti mesi fa, su queste pagine, "una boiata pazzesca", citando questa volta Paolo Villaggio. Sono spiacente di confermare che nulla di significativo cambia in Snow Leopard. Permettetemi di chiarificare la questione.
Sicuramente Time Machine è un sistema di backup sufficiente per la maggioranza degli utenti Mac. Tutto ciò sarebbe raison d'être più che sufficiente per Time Machine se si trattasse di un programma a parte, se non fosse un pezzo di Mac OS X. Al contrario, un componente del sistema operativo deve rispettare ben altri canoni. La parte veramente importante del sistema operativo è quel mucchio di codice su cui tutto il resto del software (applicazioni, pannelli di controllo, driver, plugin eccetera) fa affidamento per funzionare. Un esempio? Il Finder è importante, ma se proprio non vi piace potete dimenticarvelo e sostituirlo con altro software prodotto da terze parti - come FileBrowse o Path Finder o XFolders.
Voi mi direte che anche Time Machine è sostituibile con programmi di terze parti. Sicuramente esistono software sofisticati per chi fa un uso sofisticato e avanzato del personal computer e dunque ha bisogno di un sistema flessibile di backup. Ma non è questione comparabile.
Io in iTunes posso chiedere di "mostrare nel Finder" una canzone. Se ho PathFinder attivo l'icona del brano apparirà in questo programma. Il Finder è ben integrato in OS X, eppure dispensabile. Il Finder è una applicazione che internamente chiama le API (application programing interfaces) del sistema operativo per fare tutto il lavoro difficile.


Ex pluribus unum

Da molte API ben scritte vengono fuori programmi piccoli e potenti, e i programmi forniti col sistema operativo possono venire variati, potenziati, ispessiti dagli sviluppatori terzi. TextEdit, per esempio: sono poche righe di codice sopra una libreria Cocoa. Se uno sviluppatore ha bisogno di fare un editore di testo che scrive automaticamente in blu le parole che sono nel vocabolario italiano e in giallo quelle del vocabolario olandese lo fa in meno di cento righe di codice.
Se Time Machine l'avesse progettato uno che sa cos'è un sistema operativo mi avrebbe permesso, con meno di cento righe di codice, di fare una applicazione compatibile con Time Machine (cioè che salva i dati nello stesso posto e nello stesso formato) ma che non fa backup dei file di Photoshop (o di Word, o PHP). O magari che li salva zippati e il resto non lo comprime. O che salva sul disco A i video e sul disco B tutto il resto. Oppure che non cambia niente, ma anche mostra in una finestrella galleggiante il nome del documento di cui in questo momento TM sta eseguendo il backup. Tutte cose interessanti, tutte impossibili.


L'ultima parola

Time Machine fa solo una cosa e la fa esattamente nei termini voluti e progettati in Apple. Di per sé non è un problema. È perfettamente lecito sviluppare un programma che fa una cosa sola -- per un programmatore indipendente. Per Apple, no. Apple deve fare il sistema operativo. Deve fare una serie di API che i programmatori usano per fare qualsiasi cosa. Magari anche una cosa sola. Time Machine è una boiata pazzesca.

--

Luca Accomazzi (www.accomazzi.net) ha passato gli ultimi dodici anni della sua vita a scrivere un sistema per sviluppare siti web (anche quelli che servono a un compito solo)