CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

Cosa fumano i responsabili dell'autostrada Pedemontana?

Alla faccia della privacy

Ho appena mandato una segnalazione al Garante della Privacy. Ve la incollo qui, così vi fate una idea.

 

21 novembre 2015

Alla cortese attenzione dell’autorità garante della Privacy.

Quando viaggio su una autostrada sono abituato a pagare il pedaggio in forma del tutto anonima. Al termine del viaggio nessuna traccia resta di chi io fossi e del fatto che io abbia transitato in un certo luogo a una certa ora.

È del resto ben noto che le informazioni relative alla geolocalizzazione del cittadino sono dati personali significativi, come è scritto sul sito del Garante

Ho viaggiato pochi giorni fa sull’autostrada A36 “pedemontana” e scoperto con raccapriccio che non è possibile il pagamento immediato. Al viaggiatore che effettui un singolo transito inoltre non è possibile alcuna forma di pagamento anonimo; è offerto il pagamento sul sito. Facendo clic su Pagamento occasionale (sottolineo “occasionale”) si viene trasportati su una pagina dove viene chiesto di compilare un modulo smoderato.

Mi chiedo, e vi chiedo:

  • Se sia lecito per la società che gestisce l’autostrada pretendere la compilazione di tale modulo, con tutte queste informazioni obbligatorie, per il mero pagamento del pedaggio
  • Se sia legale per la società in questione bersagliare l’automobilista di materiale pubblicitario, visto che nelle note viene poi scritto che si intendono effettuare attività di marketing, quale l’invio di newsletter, inviti a partecipare a sondaggi e ricerche di mercato, invio di materiale informativo e promozionale e di comunicazioni di natura commerciale e come si vede dalla schermata che allego non è in alcun modo possibile indicare che non lo si desidera 
  • Se sia sensato o meramente comprensibile la richiesta di dati quali il luogo e la data di nascita, o la residenza, o gli estremi del documento di identità, per una mera transazione commerciale che non mi pare comporti l’acquisto di un arma da fuoco o altre attività di simile importo.

Per completezza segnalo che ho anche tentato lo scaricamento della “app” della Pedemontana, nella speranza che tramite essa fosse possibile il pagamento immediato con addebito anonimizzato attraverso Apple o Google. E ho scoperto che tale software si limita a riproporre pedissequamente il contenuto del sito web.

Distinti saluti.

Luca Accomazzi