DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

Rete locale

Cominciamo la nostra esplorazione nel mondo delle telecomunicazioni parlando di rete locale, ovvero di condivisione di documenti attraverso un cavo dedicato. Impareremo a creare e utilizzare una rete locale AppleTalk del tipo economico (più propriamente detta LocalTalk).
Se possedete una stampante della famiglia StyleWriter, o ImageWriter, o se usate una LaserWriter LS o 300, possedete già tutto quello che vi serve per creare una rete locale LocalTalk. Il cavetto con il quale avete collegato computer e stampante è perfettamente adeguato alla creazione di una rete locale limitata a due computer: semplice ma enormemente efficace.
Il cavetto, tanto per capirci, ha due estremità identiche. Sugli spinotti, che hanno forma circolare e otto aghetti all'interno, è tipicamente inciso il simbolo della doppia freccia. Tecnicamente, si chiama "cavo seriale MiniDIN-8".

Facciamo un esempio pratico. Mario e Maria sono entrambi utenti Macintosh. Mario vuole passare a Maria un filmato QuickTime che ha creato lui stesso, e le cui dimensioni rendono implausibile l'uso di dischetti (ma il principio sarebbe lo stesso se Mario volesse dare a Maria una grande applicazione trovata su un CD-ROM di Macformat Italia, mentre Maria non possiede un lettore di CD, o per qualsiasi altro scambio di dati). Per usare la rete locale, bisogna portare i due computer nella stessa stanza; questo non è un problema se uno dei due computer è un portatile Apple PowerBook.

Nel caso della rete locale, Mario e Maria devono soltanto collegare le loro macchine in rete, attivare la condivisione, e scambiarsi i documenti. Si fa così.
1. Collegamento. Usando il cavetto seriale (se non ne avete uno, lo trovate in vendita attorno alle quindicimila lire) colleghiamo i due computer tra di loro. Il cavetto viene inserito per convenzione nella porta stampante di entrambe le macchine.
2. Attivazione rete. Si apre Scelta Risorse e si attiva la rete AppleTalk (in basso a destra). Si passa poi al pannello di controllo Controllo Condivisione. Sia Mario che Maria debbono inserire il loro nome (se non l'hanno già fatto) e dare un nome anche al loro computer. A questo punto possono premere il pulsante Avvia condivisione.


La rete locale AppleTalk si attiva da qui. Se appare un messaggio d'errore o non succede nulla dopo cinque minuti avete probabilmente disabilitato (o gettato) una o più delle estensioni richieste da AppleTalk.

3. Abilitazione. Dobbiamo dire al nostro Mac OS che l'altra persona è autorizzata a vedere e usare i documenti che ci sono sulla nostra macchina. Per farlo, apriamo il pannello di controllo Utenti e Gruppi, scegliamo Nuovo Utente dal menu Archivio, e scriviamo il nome della persona. È anche possibile inserire una parola d'ordine, ma se il collegamento fisico è temporaneao non vale proprio la pena di perdere tempo.


Su almeno uno dei due computer interessati dobbiamo abilitare l'altro utente alla connessione: è un lavoro per il pannello Utenti e Gruppi.

Facciamo poi un singolo clic sull'icona del disco rigido, per selezionarlo, e scegliamo Condivisione dal menu Archivio. Nella finestra che appare, diamo al nostro partner il permesso di manipolare il disco rigido: basta selezionare il suo nome dal secondo menu a comparsa. Chiudiamo la finestra e confermiamo la registrazione delle impostazioni.


Con queste impostazioni, l'utente Akko può fare di tutto quando è collegato in rete. Sofia può creare nuovi documenti e vedere quelli esistenti, ma non modificarli. Gli altri possono solo inserire nuovo materiale nel disco.

4. Apertura collegamento di rete. Ci siamo: ora basta tornare in Scelta Risorse e cliccare sulla icona di AppleShare. Sulla destra vedremo apparire il nome dell'altro computer. Con due clic possiamo invocare una finestra che presenta il nome di tutti i dischi rigidi collegati a quella macchina (solitamente uno solo). E con due clic sul nome del disco rigido completiamo l'operazione. Da questo momento in poi, sia Mario che Maria possono manipolare il disco del partner come se fosse collegato alla propria macchina.
Se Scelta risorse non visualizza il nome dell'altro computer, usate il pannello di controllo AppleTalk per verificare che sia effettivamente selezionata la porta seriale che state utilizzando (è possibile che voi abbiate collegato il cavetto alla porta modem, mentre il vostro computer sta cercando la rete attraverso la porta stampante). Con le versioni più vecchie del Mac OS, il pannello di controllo AppleTalk non esiste e bisogna usare invece l'analogo pannello Network e (necessariaùmente) la porta stampante.


La condivisione è attiva: il disco rigido del "Macintosh di Akko" è visibile sulla scrivania del computer di Sofia.

La rete locale funziona anche con tre o più macchine, ma in questo caso è necessario procurarsi un cablaggio particolare. Inoltre, molti calcolatori di tipo professionale (tutti i Quadra e quasi tutti i Power Macintosh) dispongono di un connettore per rete locale veloce, la cosiddetta Ethernet, che è in grado di trasmettere informazioni in modo venti volte più veloce di quanto sia possibile tramite la porta seriale..


La condivisione è attiva: il disco rigido del "Macintosh di Akko" è visibile sulla scrivania del computer di Sofia.

Questo articolo fa parte di uno dei miei percorsi. Se vuoi saperne di più su questo argomento, visita il resto del percorso cliccando qui.