DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

06. Macintosh e il Mac OS

Il Mac OS, una volta, era gratuito. Chi comprò un Macintosh nel 1984, trovandoci sopra Mac OS 1.0, poté aggiornare la sua macchina gratuitamente ogni volta che Apple rilasciò una nuova versione di Mac OS. E poiché Internet ancora non c’era, gli utenti andavano dal loro rivenditore di fiducia e si facevano consegnare i dischetti di Mac OS.
Questa prassi continuò sino all’inizio degli anni Novanta e sino a Mac OS versione 7.0.1. È una (cattiva) abitudine dei giorni nostri anche quella di limitare i Mac OS più recenti a funzionare solo sulle macchine più recenti: quel primo Mac del 1984, infatti, se fosse stato espanso nella memoria e aggiornato nelle unità a dischi (operazione di una difficoltà che rasenta l’impossibile, per dire il vero), potrebbe tranquillamente utilizzare anche Mac OS 7.1, una versione relativamente recente.
Le versioni più vecchie di Mac OS sono in grado di far avviare anche un Mac moderno: non effettuano infatti alcun controllo sulla macchina sulla quale stanno operando. I Mac OS più moderni invece si rifiutano di girare su calcolatori più recenti di se stessi. È assolutamente indispensabile, comunque, che un Macintosh non venga fatto operare sotto una versione del software di sistema troppo vecchia: in questo caso, anche se il sistema si avvia e le cose sembrano funzionare bene, si sta lavorando su un sistema instabile, cui mancano le risorse necessarie per supportare lo hardware. La tabella in calce a questo articolo mostra quali versioni del Mac OS sono compatibili con i modelli più vecchi.


Mac OS 4 e Mac OS 5

Mac usava una sola applicazione per volta sino a Mac OS 4.2. A quei tempi (siamo nel 1986, se non ricordo male) apparve Switcher, un sistema che permetteva di caricare in memoria più applicazioni e di utilizzarne una per volta. Le applicazioni “sullo sfondo” erano bloccate e invisibili.
Con Mac OS 5 tutte le applicazioni condividono lo schermo, come accade oggi.


Mac OS 6

La prima versione di Mac OS molto popolare, molto diffusa, fu la 6.0 (chiamata, ai tempi, “System 6”). In Mac OS 6 il multitasking funziona bene e le applicazioni sullo sfondo possono davvero lavorare (nella versione 5 avanzano, ma con velocità da lumaca). System 6 richiede 1 MB, ma le sue capacità possono essere sfruttate degnamente avendone a disposizione almeno 2.


Mac OS 7

System 7.0 è la prima versione in cui il multitasking è sempre attivo: in Mac OS 6 infatti era possibile disattivarlo e continuare a usare una sola applicazione per volta. Mac OS 7 ha bisogno di 2 MB, ma per lavorarci comodamente è consigliabile possederne 4. Molte nuove funzionalità sono state aggiunte con System 7 (per esempio, la condivisione documenti), anche se alcune operazioni risultano rallentate se la paragoniamo alla versione precedente.


Questo articolo fa parte di uno dei miei percorsi. Se vuoi saperne di più su questo argomento, visita il resto del percorso cliccando qui.