DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

Mac OS X 10.6 guida completa

Pagina 70

Chi prova a personalizzare il Widget Ore locali, come descritto nel libro, si imbatte nell'impossibilità di registrare le modifiche ai file .js indicati, lavorando all'interno dell'applicazione Dashcode.

Ogni widget è una sorta di cartella e, in effetti, sulla versione definitiva di Snow Leopard è una cartella che solo il sistema può modificare nei contenuti.

Il modo più semplice per aggirare il problema è copiare il file da modificare fuori dal widget, dentro una propria normalissima cartella di lavoro o sulla Scrivania. Lì si può fare tutto quello che si vuole. Al termine delle operazioni l'utente può copiare il file modificato nella posizione originale. Il sistema chiederà l'autenticazione come amministratore, ma non obietterà ulteriormente. E buona norma lavorare sempre su un duplicato del widget, in modo da avere sempre a disposizione una copia intatta e funzionante nel caso si combinino pasticci (succede anche ai migliori programmatori, che anzi sono i primi ad avere sempre una copia di sicurezza di tutto).

Un altro modo è mostrare la finestra Informazioni relativa al widget, con Comando I, alla voce Permessi (l'ultima in fondo). Se necessario, si fa clic sull'icona del lucchetto in basso a destra, così da permettere le modifiche ai permessi stessi.

Selezionate la riga relativa ai permessi dell'amministratore (quella in mezzo) e impostate Lettura/scrittura al posto della voce Solo lettura. Così sì vanifica il blocco che prima impediva di registrare modifiche e sì avrà accesso a tutti i contenuti del widget.

Per ragioni varie, non ultime quelle di sicurezza, a lavoro terminato dobbiamo risistemare le impostazioni dei permessi come le aveva trovate, in modo che solo il sistema (prima riga dei permessi) abbia la possibilità di leggere/scrivere e gli altri possano solo leggere.