DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

A domanda rispondo - sezione Accomazzi.net

I poteri del moderatore

1. Quali interventi sono effettuati sui messaggi inviati alla lista "Misterakko"?

2. È moderata la mailing list "Misterakko"? Cioè c'è un moderatore che controlla la posta inoltrata e decide quando qualcosa è decisamente fuori dallo spirito del gruppo o troppo off-topic o magari sgarbato?

Luca Arnulfo

1. Il sistema è configurato in modo da non distribuire gli allegati, cancellare lo HTML, tagliare le righe al settantatreesimo carattere, impedire l'accesso a chi vuole distribuire pubblicità. (Per i motivi di queste scelte, leggere la pagina citata in calce).

2. Cominciamo ribadendo un paio di paletti, prima di rispondere. La mia lista ha delle regole. Chi le infrange sbaglia e dà fastidio a seicentocinquanta altre persone (molte delle quali, ricordatelo sempre, si collegano a Internet col modem, pagano di tasca loro per ogni singolo messaggio ricevuto e provano fastidio per ogni messaggio insignificante). La presenza -- ciò non ostante -- di così tante persone è dimostrazione della buona qualità del tono generale della discussione e io, come anfitrione voglio mantenerlo tale.
Le regole sono abbastanza semplici ed autoesplicative. Inevitabilmente ogni tanto capiterà che qualcuno se le dimentichi (pazienza) o non le conosca (niente pazienza). Difficile distinguere i due casi. Più raramente capiterà un caso limite in cui non è evidente se le regole siano state rispettate o meno. In tutti questi casi io sono necessariamente giudice giuria e boia. Come anfitrione (gli americani dicono "list mom", da cui la firma "la mamma" con cui siglo alcuni interventi da moderatore) mi spetta. A qualcuno evidentemente questo pare sgradevole: mi spiace ma non si può fare altrimenti e se non vi va potete ovviamente fondare una lista vostra.

Ordunque: la lista è retromoderata, ovvero moderata a posteriori. Se io volessi censurare a priori tutte le mail arriverebbero a me e poi
verrebbero distribuite solo quando io le approvassi, ma questo non accade. Non voglio né posso censurare un messaggio nel tempo che intercorre da quando viene scritto a quando viene distribuito. I messaggi scritti dai membri dunque viaggiano sempre; io ho i mezzi per intervenire quando qualcuno non rispetta le regole della collettività -- quelle delineate in queste pagine. Ci sono tre possibili livelli di intervento: l'obbligo di moderazione (da quel momento gli interventi del malfattore debbono venire approvati da me prima di venire distribuiti in lista), l'ammonizione (gli interventi del malfattore non vengono accettati per un periodo di tempo fissato) e l'espulsione. L'ammonizione è il caso più comune. Quindi: se in due si mettono a scriversi "non hai capito", "sei tu che non ti sei spiegato", "forse non sei riuscito a capire, mi ero spiegato", "stai dicendo che sono tonto", "ma piantala", "tonto sarai tu", "e tua madre" e così via in crescendo, allora io purtroppo devo intervenire. Scrivo un messaggio che termina con "ammonito". Si intendano ammoniti entrambi, OK?
Dal gennaio 1998 ad oggi ho usato il potere di espulsione una sola volta, nei confronti di un giovanotto che aveva commesso un reato di istigazione a delinquere in questo spazio. Il giovanotto in questione poi mi aveva scritto privatamente ammettendo la sua colpa, chiedendo scusa e accettando di buona grazia il bando.

Sono anche l'unico che può vedere gli indirizzi email di tutti gli iscritti (compresi quelli che non scrivono mai, voglio dire).

Nel febbraio del 2002 ho nominato un moderatore in seconda, Lucio Bragagnolo, che condivide i miei poteri. Non ne ha mai fatto uso, ma potrebbe, e mi aspetto che lo faccia se ce ne fosse bisogno in un periodo in cui io sono lontano dalla tastiera o da Internet.

2. In teoria, mai. In pratica, succede che un piccolo numero di persone finisca nella mia inbox con l'avviso di Yahoo Groups "non è iscritto e ha cercato di postare". Boh, sarà un baco. In linea di massima rispondo alla mail dicendo "Vai avanti, distribuisci". In qualche periodo, con il sottoscritto ingolfato, a volte succede che il "vai avanti" ritardi e che quei messaggi vengano distribuiti in ritardo rispetto a quando furono scritti.

In qualche caso non ho fatto procedere il messaggio perché conteneva una risposta a una domanda a cui qualcun'altro aveva nel frattempo già dato una risposta analoga, seppure in altre parole.

TfaqI1082.html