DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

A domanda rispondo - sezione Windows

Windows, storia di un sistema

Sulla tua mailing list c'è una maggioranza di utenti Macintosh. E tutti sempre a dar contro a Windows... che originaloni...
Che sia NT, 2000, 98, 95... intanto Win il multitasking ce l'ha praticamente da quando e' nato. In origine windows era il porting su
dos di os/2, e os/2 era multitasking...
Apple ha avuto la sua occasione con Lisa, ma poi Steve Jobs ha deciso che il multitasking nel 1983-4 non era qualcosa di desiderabile e
cosi' non l'ha incluso in Mac OS...
Insomma, a ciascuno il suo: Apple ha anticipato di una decina d'anni l'interfaccia di MS Win, ma Microsoft ha avuto piu' intuito nell'includere determinate features nel suo sistema operativo...
Vogliamo continuare a tirarci simpatiche palate sui rispettivi grugni? Prego, tanto il computer perfetto non esiste, tantomeno
l'OS...
Usare una piattaforma rispetto ad un'altra e' una semplice questione di scelte la cui motivazione non e' rilevante: e' una scelta e come tale va rispettata, punto.

Giulia C.

Ogni sistema operativo ha punti di forza e punti deboli. Io non amo affatto Windows di per sé, ma adoro la capacità dello stack TCP/IP dei Windows moderni di essere collegato a Internet (con IP dinamico) mentre contemporaneamente fa funzionare una rete locale (con IP statico). Apple ci è arrivata solo con Mac OS X.

Le tue affermazioni sulla storia di Windows però sono sbagliate. Windows 1 (quello dove le finestre non potevano neppure sovrapporsi) faceva girare una sola applicazione. Windows 2, 3, 3.1 e 3.1.1 (alias Windows for workgroups) avevano il multitasking cooperativo come il Mac OS classico. Il multitasking prelazionale arriva solo con Windows 95, e solo fuori dal motore che gestisce l'interfaccia grafica (hai detto niente). Il multitasking prelazionale puro c'è solo in NT/2000.

Non bisogna neppure assimilare Windows a OS/2. Erano due progetti ben distinti. Windows in origine era una libreria che permetteva a Microsoft di vendere i suoi programmi che richiedevano una interfaccia grafica (come Excel, nato su Macintosh) anche sui PC che una interfaccia grafica non avevano.
OS/2 era il primo tentativo fallito di MS di portare gli utenti su un sistema moderno.
Quando fu chiaro che era fallito e quando Microsoft cominciò a pensare a Windows NT, Microsoft cedette i diritti a IBM. OS/2 sino alla penultima versione era sviluppato da Microsoft con il contributo di IBM. IBM poi sviluppò internamente la versione chiamata "Warp".

Stavamo parlando degli insuccessi commerciali di Microsoft. Windows NT prima versione fu il secondo tentativo fallito. Windows 2000 è il terzo ternativo, vedremo se stavolta ci riusciranno (per ora l'hanno adottato davvero in pochi, ma a metà 2001 Microsoft smetterà di commercializzare Windows ME, quindi in teoria tutti gli utenti PC dovrebbero migrare verso W2000 o il suo successore, Windows XP).

Sempre per inciso, NT doveva essere il sistema operativo MS che girava su ogni processore al mondo: Intel ma anche PowerPC, MIPS e un altro di cui adesso scordo il nome. Poi chiusero uno dopo l'altro tutti i progetti per ciascun processore. Rimase Alpha e solo perché Digital pagava di suo tutti i costi di sviluppo. Nel 2001 Compaq, che ha acquisito Digital, non ha più soldi per sostenere quello sviluppo, Microsoft ha quietamente chiuso anche quella linea di prodotto e anche NT/2000 è un sistema operativo che gira esclusivamente sotto Intel.
Insomma, un altro colossale fallimento tecnico e commerciale di Microsoft -- niente di cui preoccuparsi, tutte le aziende commettono errori, se sono sane sopravvivono e imparano -- però solo nel caso di Microsoft nessuno lo menziona, e molti non-addetti-ai-lavori pensano che Gates sia quello che non he ha mai sbagliata una...

Infine, è giustissimo dire che ciascuno deve e può scegliere il sistema operativo che meglio fa al suo caso. La scelta va rispettata nel senso che dare dell'imbecille a qualcuno solo perché ha scelto Win, o Mac, o Amiga -- senza sapere il motivo della scelta -- non ha alcun senso. Ma continuerò per tutta la vita a criticare chi sceglie X quando Y avrebbe più senso per lui. Per semplici motivi statistici sono molti di più gli utenti di Windows che starebbero meglio con Mac che non il contrario.