DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

A domanda rispondo - sezione Macintosh

Disco di rete condiviso

Tempo fa, per un'applicazione particolare e imponendosi gestioni di quantità di dati grandicelle, mi ero informato e poi ho visto inserire in rete locale un HD che funzionava esclusivamente come HD esterno, senza collegarlo a un computer.

Era una rete ethernet normalissima e questo diciamo juke box era inserito direttamente allo switch con un comune cavo di rete.

In che modo poteva essere gestito l'accesso dei dati?

Luigi Giacoboni

È un disco rigido che sulla scheda logica monta anche un processore (un vecchio Intel 486, mi pare) e Linux. In realtà, dunque, è un computer il cui sistema operativo lo fa lavorare come server di rete. Ma non ha monitor e carica il sistema operativo in pochi istanti, quindi tu lo vedi come un disco "magico" che si attacca allo hub e viene visto in rete da Mac e PC.