DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

A domanda rispondo - sezione Macintosh

Tifenteremo patroni ti monto

Insisto: se apple avesse deciso di diventare una software company prima avrebbe schiacciato il merdoso Bill

Tomaso Munari

*sigh*

Questa idea dimostrabilmente sbagliata ha più vite dei supercriminali nei fumetti. Per quante volte tu la uccida, riesce sempre a tornare e tormentarti. L'ultima volte che ne ho scritto è stato... pochi mesi fa su Macworld? Provo a parafrasare me stesso.

Apple ha provato a concedere licenze di clonazione nel 1995-96 ed è quasi fallita. Forse provandoci dieci anni prima le cose sarebbero andate diversamente, ma più probabilmente sarebbe fallita sul serio. Con i se non si fa la storia.
Alcune certezze ci sono. Microsoft è sempre stata una società che produceva software, Apple una società di hardware: impensabile abbandonare completamente il settore che dava il 90% del fatturato e tanti successi per imbarcarsi in una avventura senza certezze. Nel 1986 Apple era più grande di Microsoft e Compaq messe insieme, guadagnava molto di più e investiva in ricerca e sviluppo il doppio delle due altre società sommate. Apple non ha mai, nella sua storia, posseduto una quota di mercato superiore al 16%. Con Macintosh poi non ha mai superato il 12%. Un po' poco per convincere i clonatori di tutto il mondo a mollare il DOS per il Mac OS.

Un'altra idea sbagliata che ogni tanto si sente ripetere è che IBM avesse fatto la cosa giusta concedendo la clonazione dei suoi PC. IBM non ha fatto nulla del genere e anzi ha fatto di tutto per impedirlo, nei laboratori (PS/2, microchannel, OS/2...) e nelle aule di tribunale. IBM è quasi fallita per i suoi errori (ha rischiato grosso, pur partendo da dimensioni superiori di venti volte quelle di Apple al suo massimo picco). Microsoft, che non ha mai avuto voce in capitolo, è diventata quella che è diventata non per meriti suoi ma semmai per aver saputo approfittare bene dell'errore di IBM.