DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

A domanda rispondo - sezione Macintosh

Processore a 64 bit

Ho letto che i Mac Pro5 montano un processore a 64 bit e che, per sfruttarli al massimo, è necessario scrivere applicazioni con codice nativo a 64 bit. Se ho capito bene, Mac OS X 10.6 "Snow Leopard" uscirà a 64 bit e non girerà più sopra macchine a 32 bit come i primi MacBook... o no?

Luciano Biondo

No. Ci possiamo invece aspettare che tutte le applicazioni continuino a venire offerte a 32 bit ma che vengano distribuite su CD e su Internet in due versioni, 32 e 64.

Contemporaneamente alla commercializzazione di Mac OS 10.4 "Tiger", Apple si è inventata un formato "fat" cioè un modo di distribuire le applicazioni che contiene in modo invisibile e indivisibile il codice a 32 e quello a 64 bit, quello Intel e quello PowerPC. Il programma diventa più grande, ma cosa sono pochi megabyte di spazio sprecato sui giganteschi dischi rigidi odierni? Il sistema "fat" fu anche la strada seguita quando uscì Mac OS X e Apple inventò le applicazioni "carbonizzate" compatibili anche con il vecchio Mac OS 9. E ancora prima quando uscirono i primi Power Macintosh di prima generazione e Apple sistemò le cose in modo che fosse possibile distribuire applicativi compatibili sia con gli ultimi Mac sia con i vecchi che montavano il differentissimo processore 68040.