DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

A domanda rispondo - sezione Windows

Vita dei supporti

Ho un CD-R di sei anni fa, contenente alcune foto, che non si legge più. Mi preoccupo per gli altri. Inoltre: quali sono i supporti digitali più longevi?

Un CD-R o DVD-R, non acquistato al discount a un tanto al chilo, va benissimo -- ma comunque la garanzia di affidabilità è di cinque anni (questi dati vengono da un rapporto dell'istituto di ricerca della Marina militare USA). Quindi, sempre meglio tenere una doppia copia. 10 gradi di temperatura e umidità 20% sono l'ideale per la conservazione.

Però, a meno che tu debba archiviare filmati digitali, cosa ti impedisce di tenere tutto sul disco rigido e di lasciare che tutto finisca nei BACKUP REGOLARI che tu CERTAMENTE fai del medesimo?
Un po' di prospettiva, perdiana. Immaginate di rileggere le
discussioni fatte vent'anni fa da un gruppo di gente come noi che dibatte in modo acceso se i dischetti da 140 kB dureranno solo cinque anni o ben dieci o venti. Ma chi se ne importa di quanto durano! Tanto fra cinque anni faremo una copia di tutti i nostri CD su un singolo XYZW-disk da un terabyte.

Se il backup deve coprire tutte le macchine di una azienda allora consiglio DLT, non DAT. Durata buona, dieci anni tutti se vengono conservati come zio comanda (alla temperatura e umidità summenzionata).