DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

A domanda rispondo - sezione Internet

Radio italiane via Internet: puah

Per fare solo alcuni esempi:
http://www.bbc.co.uk/radio/ • (GB) >>> mai nessun problema ogni volta che mi sono collegato al portale e per l'ascolto dei programmi di ogni stazione; streaming radio: 32-33 kbps circa costanti; qualità dell'ascolto: buona e costante.

http://www.airamericaradio.com/ • (USA) >>> mai nessun problema ogni volta che mi sono collegato al portale e per l'ascolto dei programmi; streaming radio: 16 kbps circa costanti; qualità dell'ascolto: buona e costante; nota: fra quelle indicate, è l'unica stazione che, anzichè tramite finestra browser del player, attiva lo streaming (live) attraverso file Real "play.rbn.com.ram" (In order to keep our streaming free of charge, streaming sessions end after 3 hours. To reconnect, simply click one of the above buttons to begin another 3 hour listening session. (Why? Explanation: Due to the large number of internet listeners our streaming costs can be significant. By ending sessions after 3 hours of listening we can ensure that users are actively listening to the stream.).

http://www.radio24.ilsole24ore.com/ • (Italia) >>> da qualche giorno non riesco più ad ascoltarla; il player (Real) si apre ma è bloccato; quando riuscivo ancora ad ascoltarla, se aprivo anche il player d'ascolto di Radio Deejay (Real, of course...) questo infettava talmente quello di Radio 24 non consentendone più lo switch/ascolto verso di esso; streaming radio: 6,5 kbps circa (gasp!....), costanti; qualità dell'ascolto: scarsa ma costante.

http://www.radio.rai.it/ (Italia) >>> problemi di vario genere, che ricorrono nel tempo (portale troppo spesso non raggiungibile o macchinoso nei loading, il player (Real) che si apre ma è bloccato, livelli uscita audio a volte squilibrate fra i due canali stereo, interruzioni improvvise dello streaming con forzata ripetizione del loading, streaming zoppicante a più riprese in una sessione di ascolto, ecc...); streaming radio: 32,1 kbps all'apertura dello streaming, che si trasformano in 20 kbps a regime (dopo pochi secondi dall'inizio dello streaming medesimo...); qualità dell'ascolto: discreta ma troppo spesso incostante/zoppicante e con re-loadings più o meno ricorrenti.

http://www.deejay.it/ (Italia) >>> (portale che è quello che è...ma tant'è...); cliccando su Ascolta ti butta su WMP provocando l'avviso di Safari da annullare, poi il loading dello streaming player (Real) è un pò lento a caricare; come detto sopra, da qualche tempo (ovvero da quando ha elevato il livello di streaming...), il "suo" player si fagocita quello di Radio 24 (se questo è contemporaneamente aperto) rendendolo "sterile"; streaming radio: 32,1 kbps "costantizzati" da poco tempo; qualità dell'ascolto: buona e mediamente costante (saltuari incespichi di streaming e/o re-loadings).

Why??...(Pecchè??...)...le nostre radio su internet perdono su tutta la linea (o quasi) a livello di accessibilità/fruibilità

Davide Severi

1. La tecnologia Real è tutt'altro che perfetta e richiede sistemisti abili che eseguano il setup e le tengano il polso.
2. I costi della banda passante in Italia sono sempre stati, storicamente, stellari e per questo motivo chi ne acquistava per fare broadcasting (per la verità sarebbe narrowcasting di massa, ma non vorrei entrare nei dettagli) ha sempre preso meno di quel che gli serviva davvero per soddisfare tutti gli ascoltatori. Le cose sono cambiate molto di recente. Per fare qualche cifra, oggi io posso offrire ai miei clienti (tra cui forse ci sarà una radio, nel giro di qualche mese) 100 Mbit/sec a circa mille euro/mese. Anche meno se si usa il bursting, cioè (come succede quasi sempre con le radio) il consumo non è costante ma varia nel tempo perché c'è meno gente sintonizzata alle tre di notte che alle tre di pomeriggio. Queste cifre sarebbero state trenta volte superiori soltanto due anni fa.