DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

A domanda rispondo - sezione Internet

Protezione wireless

Ok, caldo torrido e rientro es*9476 da firenze, nella afosa noia prendo anche macworld e me lo leggo. Giugno prima leggo l'ultima pagina, credo diventeerà una abitudine. Sfoglio e arrivo alla Pagina "storia vera": furto di identità, di persona seria, il cui tallone d'achille è una connessione airport trasparente. Come la mia. Decido che non è il caso di prendere sottogamba il problema come ho fatto finora, i vecchietti che mi stanno intorno si interesseranno solo al telecomando ma sai mai che abbiano dei nipoti smanettoni con il radar sempre on?
Faccio una prova impostando sicurezza wpa2 e una password lunga così: ************* spero basti. La moglie si scalda perché la connessione è piantata. smanettamenti vari niente da fare: Quello che riesco a ottenere al più dal Windows XP sp2 della consorte è un wpa tpik con password. E l'access point funzia solo con Internet Explorer, occorre un compromesso, una consorte che non si collega più diventa una bestia e per niente, metto WPA tpik. Posso stare tranquillo adesso?

Massimo Rainato

Si sentono menzionare molte strategie per proteggere dalle intrusioni la propria rete senza fili di casa. Qui sotto ho provato a elencarle tutte e commentarle.

1.Nascondere il nome della rete dandole un nome lungo e complicato comprensivo di maiuscole minuscole e numeri.
Non serve assolutamente a nulla

2. Limitare la potenza del segnale a quello necessario a poter lavorare tranquillamente.
Può servire, ma è risolutivo solo se hai una casa sferica e piazzi il trasmettitore nel centro.

3. Attivare la protezione WPA2 con password lunga il possibile sempre composta da maiuscole minuscole e numeri.
WPA2 è meglio di WPA che è meglio di WEP. Aggiungi anche caratteri extra come §*%$ alla tua password e non usare solo questo metodo, non basta.

4. Cambiare l'IP del Access Point con uno di fantasia (per quanto possibile)
Assolutamente no, rischieresti di dargli il numero IP di un vero server che diverrebbe per te irraggiungibile. Puoi solo scegliere un numero di forma 10.x.x.x oppure 192.168.x.x.

5. limitare il numero di IP assegnabili a quello dei potenziali utenti cui è concesso connettersi simultaneamente.
Lo trovo irrilevante, comunque se non ti dà fastidio...

6. Consentire l'accesso alla rete solo ai numeri MAC degli utenti che possono accedere alla rete.
Vera protezione, in presenza della quale puoi anche evitare tutte le altre. Purché nessuno possa sapere quali numeri MAC hai abilitato, perché anche questi identificativi possono venire alterati, da qualcuno di molto bravo o da qualcuno dotato di equipaggiamenti di scarsissima qualità.

7. Spegnere il modem quando nessuno la usa.
Certamente utile, ma che scocciatura!