DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

A domanda rispondo - sezione Accomazzi.net

La fine della Rete? Ma va là...

Sembrerebbe (uso il condizionale perché ogni cosa va vista oggettivamente e non su interpretazione di chi la scrive...) che il Consiglio dei Ministri, il 12 ottobre abbia approvato e mandato in Parlamento un testo che regola con nuove norme, l'editoria e leggete bene, anche internet.
Beppe Grillo nel suo blog la chiama "la fine della Rete". [Vedi link a piè di pagina]

Giulio

"A me sembrerebbe" invece, se mi passate l'anacoluto, che qualcuno abbia avuto una idea -- rifare la legge sulla stampa che di un lifting aveva bisogno -- e la cosa sia finita da qualche parte in mano a un comitato per di più composto da gente che non sa distinguere un sito web da un bue muschiato.

Adesso che la cosa produce articoli sui giornali si sveglieranno e ci metteranno una pezza.

Non mi preoccupo. Nell'istante in cui scrivo, ci sono 1.444.687 siti punto it. Aggiungi tutti i punto com punto net punto qualsiasi cosa di lingua italiana. Moltiplica per enne, perché su un sito di blog ci sono enne bloggatori.

E una authority dovrebbe registrarci tutti? Senza farsi pagare una lira? Verrebbe fuori un ente pubblico grosso quanto la motorizzazione civile che non può neppure ripagarsi delle spese colla tassa di circolazione. Male che vada questa cosa la ferma la Corte dei Conti.

Fasciarsi la testa perché si temono le possibili conseguenze di un decreto che dovrebbe diventare legge che dovrebbe aspettare un decreto attuativo che sarebbe sottoposto al vaglio della magistratura in quanto contrario alla libertà di espressione io lo classifico sotto la cartella "reazione scomposta" e non lo guardo più.

http://www.beppegrillo.it/2007/10/la_legge_levipr.html