DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

A domanda rispondo - sezione Macintosh

Cattura e riversamento video

Posseggo un Power Macintosh 7600/132 di Apple, con due dischi rigidi da 2 GB, e mi sto entusiasmando al montaggio video utilizzando i due programmi Adobe Premiere e Avid Videoshop. Vi sarei molto grato se poteste darmi due informazioni.
Cosa devo comprare per poter riversare i filmati in VHS, considerando che non ho l'uscita video nel computer?
Con un disco rigido più veloce mi è possibile ovviare al fatto che i filmati vengono registrati a scatti? Quale comprare?
Vi ringrazia sentitamente un vostro abbonato e lettore affezionato.

Andrea Marrari - Roma

Molti Power Macintosh di Apple, e alcuni modelli specializzati di computer Mac-compatibili, nascono già dotati di quel che serve per digitalizzare il video (per esempio, da una telecamera), ritoccarlo e poi riversarlo nuovamente all'esterno. Basti pensare che la trasmissione televisiva Target è interamente realizzata su Macintosh (anche se in quel caso il software è lo splendido, ma costosissimo, Media 100).
In particolare, fermando il nostro sguardo ad Apple e alle sue macchine recenti, troviamo che i PowerMac 7500 e 7600 dispongono di circuiteria di ingresso video di eccellente qualità. I modelli 6400 e 6500 Creative Studio sono capaci sia di ingresso che di uscita video, in qualità amatoriale. I PowerMac 8500 e 8600, infine, superano tutti, poiché sono capaci di ingresso e di uscita video professionale.
Per intenderci, con "amatoriale" intendiamo filmati di qualità VHS, cioè paragonabile a quella che ci darebbe una comune videocassetta; mentre con "professionale" etichettiaùmo la qualità Super-VHS, che una televisione potrebbe tranquillamente utilizzare per le sue trasmissioni.
Se quel che offre il vostro computer non vi basta, è possibile acquistare una scheda audio-video. La miroMotion PCI, per esempio, offre un ottimo rapporto prezzo-prestazioni. La buona gestione del video digitale, però, richiede un computer molto veloce e un disco rigido specialmente concepito allo scopo. I filmati che "saltano", o che vanno a scatti, sono dovuti al fatto che il disco rigido non riesce a registrare il flusso di dati proveniente dall'ingresso video senza perdere fotogrammi. Un normale disco rigido è regolato per offrire massima velocità in lettura (perché è questa l'operazione che noi utenti compiamo con maggiore frequenza). Chi lavora con il video dovrà procurarsi un disco rigido "di tipo AV", più veloce in scrittura che in lettura -- a volte questi dischi sono anche definiti "senza ricalibrazione termica", perché non si fermano periodicamente per ricalibrarsi come fanno i modelli comuni. Questa operazione potrebbe, infatti, far perdere un fotogramma. (L.A.)