DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

A domanda rispondo - sezione Macintosh

Coprocessori e processori

Alcuni Mac posseggono un coprocessore matematico. Il mio Macintosh Performa 630 ne è sprovvisto. Con un software che mi sono procurato ho rimpiazzato il coprocessore, e ora riesco a far girare programmi che ne hanno assoluto bisogno (per esempio, le applicazioni 3D). Ora vorrei sapere se una gentile persona ha avuto la fantastica idea di creare qualcosa che sostituisca il processore PowerPC su un normale Mac. E se questo qualcosa non esistesse vorrei che in qualche modo chiedeste ai programmatori di creare applicazioni sia per PowerPC che per Mac normali, perché ce ne sono ancora, e tanti.
Vorrei sapere infine cosa si può fare al mio computer per potenziarlo al massimo. Ora ha System 7.5.1 e processore 68040.

Eugenio Iaconianni, Fagnano Castello CS

Eugenio fa riferimento a SoftFPU, un piccolo programmino che simula l’esistenza del coprocessore su Mac che ne sono privi. È importante notare che una soluzione del genere va sempre incontro a un costo prestazionale: il suo computer con SoftFPU sarà circa venti volte più lento di un Mac dotato di coprocessore matematico quando deve elaborare calcoli di trigonometria o formule complesse.
È per questo motivo che non si può creare un emulatore di PowerPC su 68040. Se anche qualcuno scrivesse un programma del genere, sarebbe lentissimo e - in pratica - inutilizzabile. Il PowerPC è straordinariamente veloce. Ogni Power Macintosh contiene un emulatore di 68040, e grazie alla spaventosa velocità del processore PowerPC il computer riesce a eseguire i programmi scritti per 68040 addirittura più in fretta di quanto farebbe un vero 68040 (se il programma venisse riscritto per il PowerPC, naturalmente, sarebbe ancora più veloce: da tre a dieci volte).
I programmatori sanno benissimo che esistono in circolazione moltissimi Mac classici, Eugenio. Ma sanno anche un’altra cosa: che i loro proprietari comprano poco software. Tu, per esempio, quanti programmi commerciali originali hai comprato negli ultimi sei mesi? Non c’è regola fissa, naturalmente, ma la maggior parte degli utenti di computer compra i programmi insieme al computer nuovo: e i Mac nuovi sono, da parecchio ormai, tutti dotati di PowerPC.
Potenziamento del computer: non si può fare molto. E per un buon motivo. Immagina di possedere una automobile vecchiotta, di portarla dal concessionario da cui l’hai comprata, e di chiedergli un aggiornamento: il concessionario ti dirà che non si può fare. Per i computer vale lo stesso principio; è vero che alcuni modelli professionali possono effettivamente venire potenziati in alcuni componenti, ma i Performa erano computer a basso costo. Per migliorare il funzionamento del nostro computer possiamo sempre aggiungere memoria e aggiornare il sistema operativo e i programmi; eventualmente è possibile aggiungere altri dischi rigidi oltre al primo. Noi della redazione consigliamo a tutti 32 MB di memoria e Mac OS 8 (o perlomeno 7.6.1). System 7.5 era il peggior sistema operativo che Apple abbia realizzato negli anni Novanta: vale decisamente la pena di sostituirlo con qualcosa di più robusto; come minimo assoluto va aggiornato alla versione 7.5.5.