DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

A domanda rispondo - sezione Macintosh

CPU booster

Ho un Power Macintosh 7100: ho recentemente acquistato un CPU booster della Sonnet per raggiungere la velocità di 80 MHz. L'operazione sul calcolatore, alquanto complessa, è riuscita, ma non sono mai riuscito a installare nel System (era ancora il 7.0) il software datomi in dotazione: non riconosce il file da modificare nel System. Il computer, effettivamente più veloce, va continuamente in bomba, e i filtri di Photoshop non funzionano più: ho dovuto perciò smontare l'acceleratore di clock. Ora, con il System 7.5.3 esiste un programma che adegui il sistema operativo al CPU booster?

Gabriele Albonetti -- Imola BO

L'inserimento di un CPU booster, componente elettronico che aumenta artificiosamente la velocità di elaborazione del microprocessore di un Macintosh, è una operazione puramente hardware, che non necessita normalmente di modifiche al sistema operativo o alle applicazioni per funzionare correttamente. Le primissime versioni di Mac OS per PowerPC, però, effettivamente si confondevano in presenza di un simile acceleratore, e per rimediare i produttori dei CPU booster fornivano una piccola modifica software da applicare alla Cartella Sistema. Il problema è stato risolto da tempo, e oggi non serve più alcuna modifica al Mac OS per supportare il CPU booster.
Il problema è un altro, e più grave. Il tuo Mac non è stato progettato per lavorare a una velocità così alta, e qualche componente elettronico (potrebbe trattarsi della memoria, o della cache, o dello stesso microprocessore) malfunziona alla nuova e più elevata velocità, provocando le bombe di cui ti lamenti. I CPU booster solitamente dispongono di un selettore di velocità che permette di ridurre l'accelerazione, e che va usato proprio in questi casi. Si va per tentativi: si riduce l'accelerazione sinché il calcolatore non ritorna stabile e smette di produrre crash di sistema. é un metodo complesso e artificioso, ma è l'unico che funziona davvero in congiunzione con lo "accrocchio" booster.