DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

A domanda rispondo - sezione Windows

Excel e le date

Devo creare grafici per la mia tesi di fisica, e sto impiegando un sacco di tempo. Potete consigliarmi qualche programma che faccia al caso mio, o almeno segnalarmi qualche trucco per creare i grafici in fretta e bene?

Excel è il più famoso programma per chi macina numeri. Le capacità del programma di rappresentare tabelle in forma grafica è giustamente famosa. Non tutti sanno che la più recente versione è diventata potentissima per quanto riguarda la gestione dei grafici legati al tempo. Chi deve rappresentare un fenomeno fisico, come per esempio lo spostamento di un ghiacciaio, prende nota delle misure e delle date in cui le misure sono state realizzate. Qualcosa di simile accade a chi lavora nella finanza e tiene d'occhio l'andamento di un titolo in borsa; anche un neo-genitore misura peso e altezza del nuovo membro della famiglia con regolarità. Un foglio elettronico normale, però, non sa lavorare bene con le date, come dimostra la prima figura. Il primo del mese le azioni della Computer Inc. valgono mille lire ciascuna; il giorno dopo le azioni sono passate a duemila lire e per la fine del mese sono arrivate a tremila lire. Un normale foglio elettronico rappresenta questi dati come una crescita lineare: noi invece vediamo benissimo che l'azione è cresciuta moltissimo in un giorno e molto meno nei giorni successivi.
Con Excel 97 tutto questo non accade. Per ottenere un grafico significativo dobbiamo inserire le date e usare il menu Formato per indicare che proprio di date si tratta. A questo punto, Excel calcola la distanza in giorni tra data e data, e mette il grafico nella scala corretta, automaticamente. Dottori in economia e commercio e neo-papà amanti del computer possono ritenersi soddisfatti.