DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

A domanda rispondo - sezione Internet

Indirizzi multipli

Vorrei mandare lo stesso messaggio a più indirizzi, ma che appaia personalizzato, cioé che non si vedano tutti gli indirizzi allo stesso tempo.

Giuseppe Spagnolo

Questo problema ha molte possibili soluzioni, e ogni soluzione offre vantaggi e presenta svantaggi peculiari. Vediamo un po'. Se noi inviamo un messaggio di posta a pippo, pluto e paperino ciascuno dei tre destinatari vedrà il nome degli altri. Questo può essere sgradevole (per esempio, se voglio inviare il mio curriculum vitae a un gruppo di possibili datori di lavoro) ed è certamente goffo (pensate a cosa accadrebbe se io inviassi un messaggio di due righe a cento persone).
Una soluzione consiste nel mettere tutti gli indirizzi dei destinatari nel campo BCC del programma di posta elettronica, anzichè nel campo TO come si fa normalmente. BCC è la sigla di "blind carbon copy", e cioè "copia carbone alla cieca": significa che tutti i destinatari ricevono una copia del messaggio, senza che il loro indirizzo appaia da nessuna parte. In questo caso, dunque, nessuno vede gli indirizzi di nessun destinatario (neppure il proprio); però, molti programmi di posta elettronica permettono di cestinare automaticamente i messaggi ricevuti come BCC. Perché? Perché con questo mezzo si inviano solitamente i messaggi pubblicitari...
Una soluzione diversa: usare un sistema automatizzato (per esempio, un AppleScript sotto il sistema operativo Mac OS; oppure un programma Visual Basic sotto Windows) per generare tanti messaggi individuali quanti sono i destinatari. Il sistema è complicato da preparare, ma è anche possibile personalizzare il testo del messaggio (per esempio, far cominciare il messaggio con "Caro Marco", oppure "Caro Luca", a seconda del nome di battesimo del destinatario). Naturalmente, in un caso del genere il nostro programma di posta elettronica deve davvero spedire tanti messaggi quanti sono i destinatari, e il tempo di collegamento sale. (L.A.)