zona franca, scopri il web con Luca Accomazzi
libri e articoli in vendita
accomazzi.net

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

Subito

Gruppo

iBook

Lo iBook è un iMac portatile. Monta un processore G3 da 300 MHz con 32 MB di memoria espandibili sino a 160 (la memoria è dello stesso tipo usato negli iMac).

Lo schermo è a matrice attiva da 12,1" TFT con risoluzione di 800 per 600 punti e milioni di colori a video. Viene pilotato da una scheda video super-accelerata ATI RAGE mobile con 4 MB di memoria video non espandibile. Supporta anche la risoluzione di 640x480 punti.

Periferiche incorporate: disco rigido da 3,2 MB; CD-ROM 24x. Non sono estraibili.

Porte di comunicazione incorporate (accessibili senza sollevare sportellini): Ethernet a 10 oppure 100 Mbps; un singolo connettore USB; un fax/modem V.90 da 56 kbps; uscita audio. Possibilità di aggiungere la scheda AirPort (rete senza fili a 11 Mbps), al costo di 99 dollari.

Dimensioni: Pesa esattamente tre chili e misura 344 mm per 295 mm. L'altezza massima, quando è chiuso, è di 52 mm.

Aspetto fisico: ha una maniglia. Sono disponibili due colori: arancione mandarino e blu mirtillo. Entrambi i modelli sono bicolori, l'altro colore è il bianco. La tastiera è bianca. Non c'è lacciolo di chiusura, ma un mollone che lo tiene chiuso (l'impressione che si ha usandolo è che ci sia un grande magnete che accosta e tiene chiuso il coperchio -- un po' come lo sportellino dei cellulari). Si può programmarlo perché si svegli da solo quando apriamo il coperchio.

Robustezza: è stato pensato per venire portato nello zainetto di uno studente. Il responsabile di prodotto si è lanciato su un materasso di gommapiuma da sei metri d'altezza tenendolo in mano.

Batterie: La carica dura sei ore, secondo Jobs (nella vita reale, quattro, secondo chi l'ha provato). La batteria è una, incorporata e non estraibile. È ovviamente sostituibile, ma bisogna svitare due viti. Tutte le viti dell'iMac sono normali (non viene usato il tipo Torx comune nei PowerBook).

Caricabatterie: è tondo e ricorda il mouse degli iMac. Il cavo di alimentazione si riavvolge all'interno, in stile prolunga-tonda-con-cavo-interno. Quando alimenta lo iMac si accende una luce arancione, che diventa verde quando la batteria è carica.

Cosa manca: porta infrarossi; DVD; ADB; PCMCIA; SCSI; uscita video; microfono incorporato; ingresso audio; porte seriali; floppy. (Alcune di queste funzionalità possono venire ottenute con dispositivi esterni USB).

Altre caratteristiche

* Sei tasti funzione personalizzabili e programmabili. Apple fornisce anche autoadesivi da appiccicarci sopra, come promemoria.
* Pulsante di reset da azionare con la graffetta (sulla tastiera)
* Blocco della tastiera (per impedire che si possa asportare l'espansione di memoria)
* Doppia antenna incorporata (per AirPort)
* Cavi forniti: alimentazione e telefonico RJ-11


Disponibilità e prezzo

I primi esemplari arriveranno ai rivenditori solo nella terza settimana di settembre. La produzione di massa scatterà solo ad ottobre. Ci vorrà un mesetto per soddisfare tutte le prenotazioni, che hanno superato tutte le più rosee aspettative di Apple. Le prenotazioni al due agosto hanno raggiunto i livelli che Apple si attendeva per la fine del mese.
In Italia iBook costa 3.165.000 lire più IVA, ovvero 3.800.000 lire IVA inclusa.

Commento

Io ne ho ordinato uno (venti minuti prima della presentazione ufficiale). Rispetto al mio portatile ideale pesa mezzo chilo di troppo ed è di qualche centimetro troppo grande. Se Apple fosse riuscita a farlo pagare un pochino di meno, per tenerlo sotto i tre milioni, sarebbe stato un successone indescrivibile anche da noi. Credo che riuscirà a costare così poco, ma non prima di Natale e probabilmente dopo.