zona franca, scopri il web con Luca Accomazzi
libri e articoli in vendita
accomazzi.net

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

Subito

Gruppo

Le maree e il computing distribuito

Dato che la maree sono cicliche e le ondate sono misurabili, nonché hanno intervalli regolari, si è pensato di costruire grandi impianti di canalizzazione e filtraggio per trasformare le maree in calcolatori analogici, dove il superamento di questa o quell'altezza fa la differenza tra 0 e 1 e attraverso sistemi di dighe successive si realizzano circuiti logici equivalenti a quelli di silicio. Intrinsecamente molto lento, il sistema ha però il vantaggio di essere potenzialmente applicabile a centinaia di migliaia di chilometri di costa in tutto il mondo. Inoltre si possono sfruttare le piscine quando non vengono utilizzate eccetera eccetera. All'avanguardia gli olandesi; l'Italia può vantare un polo di ricerca a Venezia (detto il Marco Polo) e in Svizzera ci sono studi sullo sfruttamento dei disgeli primaverili dei ghiacciai. Prima applicazione reale, il calcolo delle maree.