DI RECENTE ACCOMAZZI...
CERCA
» Ricerca avanzata
MAILING LIST

Se vuoi iscriverti alla mailing list di Luca Accomazzi inserisci qui la tua mail:

Vuoi ricevere i messaggi immediatamente (50 invii / giorno) o in differita e in gruppo
(due invii / giorno)?

» Vuoi saperne di più?

Benvenuto

Grazie di aver scelto di passare qualche minuto del tuo tempo sul mio sito. Questa pagina è stata scritta per chi visita la Zona Franca per la prima volta. È una specie di introduzione che spiega cosa si può trovare qui, in che forma, in che modo.

La Zona Franca è il mio sito personale. L'ho creato nel 1997 e lo mantengo, almeno per ora, come un hobby personale. Quindi non c'è pubblicità in quanto tale, anche se vive all'interno del medesimo sito che parla della mia azienda, Accomazzi.net. La Zona Franca contiene soprattutto articoli d'informatica scritti dal sottoscritto: oltre 300 pezzi lunghi di divulgazione e oltre 950 brani brevi. Questi ultimi, raccolti sotto il titolo "A domanda rispondo", sono quesiti mandati dai miei lettori accompagnati dalle risposte che io (e in qualche caso i miei collaboratori) abbiamo fornito.

La Zona Franca contiene anche altro materiale, molto vario per tipo, età e qualità, che porta il totale ben oltre millecinquecento pagine.

Se vuoi saperne di più sul mio sito e su di me, puoi visitare innanzitutto la manciata di pagine di presentazione, che ho preparato.

Per cominciare a farsi un'idea

Ho messo in piedi una breve autobiografia.

Mantengo aggiornata una pagina che spiega dove vengo pubblicato e dove appaio in questo periodo. A uso e vantaggio di quelle anime coraggiose che sembrano intenzionate a voler comprare ogni mio rigo - ogni benedizione su di loro... :-)

Il manifesto della Zona Franca presente le mie speranze, le mie idee, i miei obiettivi nel creare questo spazio.

La pagina dedicata alla mia mailing list spiega come scrivermi con domande tecniche se si spera di ricevere una risposta gratuita.

Io, per la verità, lavoro da oltre quindici anni come consulente. Confido che il materiale che metto pubblicamente a disposizione sul mio sito dimostri la mia competenza e invogli qualche azienda ad ingaggiarmi. Inoltre -- anzi, soprattutto -- sono titolare di una società che si occupa di realizzare soluzioni Internet ad alta tecnologia: sicurezza attiva e passiva, siti interattivi, publishing sul web, cataloghi in linea, commercio elettronico, giochi online, ottimizzazione sui motori di ricerca in modo da rendere un sito vetrina più visitato, web services SOAP, siti multilingue anche con alfabeti differenti dal nostro. Siamo una azienda non grandissima, ma con tanta esperienza al massimo livello e spero francamente che qualche lettore che ha a sua volta un ruolo aziendale se ne accorga e ci faccia un pensierino.

Gli articoli di informatica

La Zona Franca contiene oltre trecento articoli scritti dal sottoscritto e pubblicati a suo tempo su una delle riviste o dei quotidiani con cui collaboro o ho collaborato in passato. L'informatica è quella che è: molti dei miei pezzi non invecchiano bene. A nessuno interesserà leggere una recensione di Adobe Illustrator versione 3, quindi quell'articolo resterà sul mio disco rigido e non mi sognerò mai di ripubblicarlo qui. D'altra parte, io sono piuttosto conosciuto per i miei articoli di opinione e per quelli di divulgazione: entrambe le categorie invecchiano normalmente bene, con qualche eccezione. Sono innanzitutto questi i pezzi che trovate raccolti qui.

Per rendere il sito più utilizzabile, raggruppo i miei articoli in gruppi omogenei, che chiamo "percorsi ragionati". Tutti i pezzi che trattano il medesimo argomento finiscono nello stesso percorso. Per esempio, ho scritto molto materiale sul sistema operativo Mac OS X. In un caso si è trattato di una presentazione, per un'altra rivista avrò buttato giù un approfondimento, per una terza un commento: voi qui trovate tutto sotto un unico tetto e potete leggere tutto, o solo quello che vi interessa. La normativa italiana mi permetterebbe di ripubblicare nella Zona Franca i miei articoli tre mesi dopo la loro uscita in edicola. Per non fare uno sgarbo alle case editrici con cui collaboro, io normalmente non metto in linea i miei articoli prima di due anni. In alcuni limitati casi ho fatto una eccezione, ma non troverete mai qui un pezzo prima di un anno dalla scrittura. Se vi interessa leggere i miei articoli e libri più recenti online, date una occhiata alla zona Libri di questo sito, cliccando la linguetta verde in alto.

A domanda rispondo

In passato, mi è capitato di curare la rubrica delle lettere per più di una rivista. Oggi non ho questa incombenza per nessuna casa editrice, ma mi capita comunque di rispondere alle lettere dei miei lettori.

Non lo faccio più privatamente, perché non ne trovo il tempo. Tutti i giorni mi arrivano da tre a venti (in media sei) richieste di consigli, che spesso sono vere e proprie consulenze: se prestassi attenzione a tutte perderei molte ore ogni giorno. In quei casi, invio una "risposta ciclostilata" che dice pressappoco: "mi spiace. Iscriviti alla mia mailing list e se troverò tempo risponderò pubblicamente in quella sede. Viceversa, se per te questa è questione importante, allora puoi interrogarmi nella mia veste di professionista dell'informatica. Farò del mio meglio, ma poi seguirà una parcella".

Ho poi raccolto tutte le risposte più significative da me fornite a titolo gratuito, sulla carta stampata e sulla mailing list, in una ricchissima sezione di questo sito, che oggi conta oltre novecentocinquanta pagine. Si chiama A Domanda Rispondo.

Tutto il resto

La Zona Franca contiene poi una gran quantità di altro materiale. Vale la pena di ricordare le pagine dedicate alla trasmissione radiofonica "Il sommergibile", dove troverete parecchi interessanti stralci dei miei interventi. Ci sono in linea anche alcuni racconti -- niente di impegnativo, badate bene -- che ho scritto dieci o vent'anni fa e che a me personalmente paiono gradevolmente leggibili anche oggi. E poi tanto altro materiale, forse anche di livello discutibile, ma che ho scelto di salvare dall'oblio per un qualche motivo.

Benvenuto nella Zona Franca, lettore. Fai la tua scelta da questo menu forte di oltre millecinquecento pagine. Il conto, alla fine, non c'è, e questo dovrebbe incoraggiare l'esplorazione. Se incontri problemi nella navigazione o se ti pare di trovare qualche errore o se hai dei consigli, allora ti chiedo per favore di scrivermi. Clicca la scritta "come scrivermi", sulla sinistra in alto. In questo modo mi aiuterai a mantenere il sito aggiornato e funzionale. Non ti posso promettere una risposta, ma ti garantisco che leggerò con attenzione. Buon viaggio.